WE DON’T NEED NO EDUCATION? Liberi di imparare: esperienze di pedagogia libertaria

13 02 2012

“I bambini non hanno bisogno di programmi scolastici sempre più complessi, ma di avere ampio accesso al mondo reale. Hanno bisogno di tempo e spazio per riflettere sulle esperienze che vivono e di usare la fantasia e il gioco per trarne significati.
Hanno bisogno di un consiglio, di mappe di viaggio, di guide che li aiutino nel cammino, nella ricerca del luogo dove desiderano andare, e non dove noi vorremmo condurli.
Soprattutto, hanno bisogno di cercare ciò che essi vogliono e trovare da soli ciò che cercano”.  John Holt (1923-1985) insegnante, trad. da  “Teach Your Own”

Il percorso scolastico ed educativo che viene offerto ai nostri bambini è  il migliore e l’unico possibile?
Il sistema dei voti e delle punizioni, comunemente usato nella scuola dell’obbligo è davvero il più efficace?
La scuola così come la conosciamo è rispettosa dei tempi di apprendimento e delle differenze di ognuno?
Che cosa di tutto ciò che ci viene insegnato in modo coercitivo ricordiamo davvero ed utilizziamo nella vita?
La pedagogia libertaria parte da queste ed altre domande e prevede un cambio di prospettiva che mette al centro prima di tutto il bambino inteso come individuo libero: l’adulto non si pone come detentore di un sapere che gli è stato tramandato e che deve “inculcare”, ma si propone di accompagnare ognuno nel meraviglioso percorso della conoscenza.
Durante l’incontro presenteremo alcuni autori ed esperienze di scuole autogestite, sia passate che presenti, per capire che cosa sia stato possibile    ieri e cosa sia possibile fare oggi.

SABATO 25 FEBBRAIO ORE 17:00 SALA DI RAPPRESENTANZA DEL COMUNE DI CARRARA

Interverranno:
Giulio Spiazzi – della scuola autogestita Kiskanu di Verona (attiva dal 2004, con un percorso scolastico che prevede elementari e medie)
Gabriella Prati del gruppo di educazione libertaria i saltafossi dell’associazione il volo /merzbau di Bologna (scuola attiva dallo scorso anno)
Maria Carlotta Pucci della scuola familiare di Caniparola (Sp – 2003 -2008)

A SEGUIRE APERITIVO

Alcuni riferimenti:

Le esperienze di Summerhill, Don Milani, Mario Lodi, Reggio children, Tagore, Januz Korczak, Edgar Morin (“I sette saperi necessari all’educazione del futuro”), i diritti dei bambini sanciti dalla carta dei diritti dell’ONU; la “walden school” di Berkley (California) e la scuola libertaria di Bonaventure dell’isola di Oleron (Francia).

Bibliografia

Francesco Codello, VASO, CRETA O FIORE? Né riempire, né plasmare, ma educare, Ed. La Baronata, 2005;

Francesco Codello, La buona educazione, FrancoAngeli, Milano, 2005

Filippo Trasatti, Lessico minimo di pedagogia libertaria, Elèuthera, Milano, 2004

John Holt, How children learn, Delacorte Press, 1983; Revised ed.

Janusz Korczak, Il diritto del bambino al rispetto, Luni, Milano, 1999

Alexander Neill, I ragazzi felici di Summerhill, Red, Como, 1990;

La farine et le son: Bonaventure, bilan d’une république éducative libertarie, ed du Monde libertarie (Paris1999)

Francisco Ferrer y Guarda un rivoluzionario da non dimenticare casa editrice vulcano (1993)

Sebastien Faure Ecrit pedagogiques, ed du Monde libertarie (Paris 1992)

Nathalie Bremand Cempuis une experience d’education libertaire a ‘epoque de jules Ferry ed du Monde libertarie (Paris 1992)

Freire Paulo la pedagogia degli oppressi Mondadori, Milano 1973

 Ilich Ivan, Descolarizzare la società, mondadori, Milano, 1974

Stiner Max, Il falso principio della nostra educazione, Anarchismo, Catania, 1981

Scuola di Barbiana, lettera ad una professoressa, Lef Firenze, 1967

Il bambino fra autorità e libertà, rivista Volontà, Milanon.3/1992

Tolstoj Lev, Quale scuola, Mondadori, Milano,1978

Sitografia:

http://www.educazionelibertaria.org/

http://www.eudec.org/home/

http://www.idenetwork.org/index.htm

http://www.summerhillschool.co.uk/

http://www.eudec2008.org/en/

http://www.holtgws.com/index.html

Annunci

Azioni

Information

One response

23 06 2012
hbcu scholarships

I’ve been browsing online more than three hours today, yet I never found any interesting article like yours. It’s pretty worth enough for me. In my view, if all webmasters and bloggers made good content as you did, the web will be much more useful than ever before.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: