“Noi portiamo un mondo nuovo qui, nei nostri cuori…

17 05 2012


 

 

Giunti alla conclusione del ciclo di incontri Realtà-Utopia, che quest’anno l’Archivio Germinal ha dedicato alle forme e alle pratiche libertarie, ci sentiamo di condividere l’esito positivo di questa esperienza, che ha visto la partecipazione di molte persone, anche estranee al movimento anarchico, segno di un crescente e diffuso interesse rispetto agli argomenti trattati e alle forme autogestionarie e non autoritarie di organizzazione delle società.

Il filo conduttore di quest’anno è stato pensato in contrapposizione a quello che ha caratterizzato il ciclo dell’anno passato, che era incentrato sul controllo sociale. Dagli incontri sul tema del controllo e della repressione era risultato evidente come il meccanismo del Controllo si attui attraverso la riduzione o negazione degli spazi sociali e dell’interazione tra gli individui; da qui la scelta di destinare una nuova serie di iniziative alle realtà, passate e presenti, che si oppongono a questo meccanismo e che propongono delle alternative al sistema – politico, economico, sociale, culturale… – contemporaneo, che viene spacciato come l’unico possibile.

Tutti gli incontri sono stati seguiti con partecipazione, in alcuni casi sono serviti da stimolo per la realizzazione di esperienze che stanno prendendo corpo nell’attualità.

Dall’incontro sull’ecologia sociale si è formato un gruppo che ha dato vita ad un orto sociale nel parco cittadino, un’area verde di Carrara lasciata all’abbandono e al degrado.

In seguito all’iniziativa sulla pedagogia libertaria, che è stata una delle più partecipate con una sala gremita, si è costituito un piccolo nucleo di famiglie che stanno valutando l’opportunità di dare avvio ad una scuola parentale, ispirata alla pratica pedagogica libertaria, per il prossimo anno scolastico.

La giornata dedicata al municipalismo libertario, che ha visto impegnati in un interessante dibattito Domenico Liguori della Federazione Municipale di Base di Spezzano Albanese da una parte e dall’altra la ex sindaco e l’attuale candidata sindaco di Carrara, ha fatto sorgere nei presenti, la maggior parte dei quali estranei al pensiero anarchico e libertario, il dubbio che un governo sia effettivamente utile.

L’iniziativa sulle banche del tempo e le forme di mutuo scambio ha raccolto l’interesse di alcuni presenti per la creazione di un gruppo di scambio dei saperi, ossia un modo per imparare/insegnare attraverso la condivisione delle proprie e altrui conoscenze senza l’uso del denaro.

Il primo incontro, che era stato dedicato al movimento NoTav e al comitato 3.32 dell’Aquila, ha dimostrato un effetto positivo manifestatosi nel susseguirsi di eventi riguardanti queste tematiche organizzati sul territorio locale.

Ha chiuso il ciclo un intervento a carattere storico di Enrico Acciai che, nella giornata dal titolo “Non è un’utopia”, ha parlato degli straordinari eventi verificatisi in Spagna nel 36, dove la collettivizzazione fu grande protagonista. Un tuffo nel passato che ha dato ottimi spunti per capire quali potrebbero essere, anche ai giorni nostri, le strade da percorrere per arrivare a forme di autorganizzazione e autogestione con rapporti sociali ed economici basati sull’antiautoritarismo.

 Collettivo Libertario Archivio Germinal

….Quel mondo sta crescendo in questo istante”

 

http://www.umanitanova.org/n-16-anno-92/carrara-realt%C3%A0-utopia

Advertisements

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: